Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Arte e linguaggi visivi

Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti. (Flli De Goncourt, 1850 ca)

Il portale di Disegno, Arte e Immagine Leggi tutto

Il cinema e l’espressionismo

Il cinema e l’espressionismo

Il termine Espressionismo si riferisce in generale a un linguaggio artistico enfatizzato, che rappresenta le emozioni e le sensazioni in modo intenso e fortemente caratterizzato, al di là del reale. Le prime manifestazioni di questo nuovo movimento compaiono nella pittura degli anni 10 del Novecento, in Germania, e da lì influenzano il teatro, il cinema, la musica e la letteratura.

Illustrazione dalla rivista americana Science and Invention,
1927, che mostra gli effetti speciali utilizzati per Metropolis

Illustrazione dalla rivista americana Science and Invention,
1927, che mostra gli effetti speciali utilizzati per Metropolis

 

Al termine della prima guerra mondiale, infatti, l’industria cinematografica europea, e tedesca in particolare, che fino a quel momento era stata alimentata principalmente per fini bellici propagandistici, è tanto fiorente da far concorrenza alla già affermata, e per le medesime ragioni, Hollywood americana.

Se le ultime tendenze artistiche del secolo XIX, come per esempio l’impressionismo in Francia, puntavano al realismo e alla fotografia dell’istante vissuto, l’espressionismo si propone un ribaltamento di questa visione in nome di un’analisi di ciò che va oltre ciò che è visibile e manifesto, con la soggettività al posto dell’oggettività, l’oscuro spazio interiore al posto della luce viva del mondo. In particolare l’attenzione è posta sulle emozioni profonde che il reale suscita e scatena nell’inconscio e in nome di ciò è la figura umana a divenire centrale nella ricerca stilistica, tanto in pittura quanto nelle altre arti. Gli oggetti sono spesso trasformati in forme distorte e esagerate, con forte attenzione alla componente grafica dell’inquadratura e colori fortemente contrastati, in pittura, e scabri passaggi di luce e ombra nel cinema, dove le inquadrature sono spesso statiche e spezzate e i fondali ricostruiti e dipinti.


Notte stellata

IL GABINETTO DEL DOTTOR CALIGARI (Das Kabinett des Dr. Caligari), Germania 1919. Regia: Robert Weine; produzione: Erch Pommer/Decla; sceneggiatura: Hans Janowitz, Carl Mayer; fotografia: Willy Hameister;

(l'articolo di Emanuela Mazzucchetti continua nell'allegato)

File da scaricare


  • Corso di discipline plastiche e scultoree per i bienni
    Il linguaggio plastico

    Corso di discipline plastiche e scultoree per i bienni

  • La voce dell'arteCorso di discipline grafiche e pittoricheSecondaria 2° grado
    La voce dell'arte

    Corso di discipline grafiche e pittoriche
    Secondaria 2° grado

  • Corso di disegno per la scuola secondaria di secondo grado
    Geometrie del bello

    Corso di disegno per la scuola secondaria di secondo grado

  • A colpo d'occhio Storia dell'arte e comunicazione visivaEdizione compattaSecondaria 1° grado
    A colpo d'occhio

    Storia dell'arte e comunicazione visiva
    Edizione compatta
    Secondaria 1° grado

  • A colpo d'occhioSecondaria 1° grado
    A colpo d'occhio

    Secondaria 1° grado